La Storia

Secondo la tradizione, Venezia fu fondata il 25 Aprile del 421 A.C. nonostante la credenza comune, il nome era associato, nel periodo Romanico, non alla città bensì all’intera area circostante. Fu solamente più tardi, con la caduta dell’Impero e l’arrivo dei Longobardi, the il nome iniziò ad essere usato per indicare gli insediamenti che si formarono nelle numerose piccole isole della laguna. Per circa 1400 anni, le acque della laguna furono un’ elemento prezioso perché, pur separando Venezia dalla terraferma, l’hanno protetta dagli invasori. Non solo, Venezia cresceva totalmente isolata e indipendente dalla vita politica del resto dell’Italia. Non risentendo delle influenze sia del Papato che dell’Impero, Venezia concentrò le sue attenzioni verso Oriente e Costantinopoli. Così ebbero inizio i grandi traffici che resero questa città sorta sull’acqua una potenza marittima.

Vista di Venezia dal Canal Grande
Vista di un palazzo di Venezia

L'espansione territoriale

Dopo aver duramente lottato contro Romani, Arabi e pirati per mantenere la sua autonomia, intorno all’anno 1000 la città lagunare inizia ad espandersi e,con le crociate, Venezia vede ampliare le sue possibilità economiche. E’ proprio in questo periodo che numerose tesori ed opere d’arte, prelevate oltremare, come i cavalli di Bronzo esposti a San Marco, fanno ingresso nella città. All’inizio del XIV secolo, la città inizia una rapida espansione verso le zone interne della terraferma arrivando fino a Brescia e Bergamo. Ma con la fine del XV secolo, sotto gli attacchi degli altri paesi Europei, inizia il suo lento e inesorabile declino.

 

ITA | ENG | DEU |MAP